GELEDE. Le nostri madri Yoruba (Nigeria/Benin)

Italiano
dall'8 al 18 ottobre 2018
Quando: 
Lunedì, 8 Ottobre, 2018 - 18:00
Progetto di riferimento: 
Dove: 
Campus Luigi Einaudi - Lungo Dora Siena 100/A - Main Hall -

Presso la Main Hall del Campus Luigi Einaudi di Torino si terrà dall’8 al 18 ottobre 2018 la mostra “Gelede. Le nostre madri Yoruba (Nigeria/Benin)”, organizzata dal Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino, che con incontri e seminari organizzati in collaborazione con il CSA e il Centro Interculturale della Città di Torino, propone un approfondimento sul culto Gelede, patrimonio culturale e artistico degli Yoruba (Nigeria/Benin), tuttora praticato per celebrare le donne e il loro potere creativo e spirituale.

La mostra espone alcune maschere a casco indossate durante le performance Gelede, contestualizzandole all’interno del complesso di significati connesso al culto e alla cosmogonia yoruba. Si intende così promuovere la conoscenza di una particolare civiltà africana, favorendo il dialogo con la comunità Yoruba di Torino, caratterizzata da una forte presenza femminile.

L’inaugurazione avrà luogo l’8 ottobre nella Main Hall del Campus Luigi Einaudi (Lungo Dora Siena 100/A – Aula B1) alle ore 18. La mostra sarà aperta al pubblico con ingresso libero tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 20, e il sabato dalle ore 8 alle ore 14.  La visita alla Mostra è a cura di Erika Grasso (Università di Torino).

Nell’ambito della mostra, il 16 ottobre alle ore 17 (Campus Luigi Einaudi – Aula D1) si terrà il seminario “GELEDE. Arte, potere e femminilità in Africa occidentale (Nigeria/Benin)”, a cui interverrà Alessandra Brivio (Università Milano Bicocca). Parteciperanno l’Associazione Panafricando e l'Associazione Yoruba di Torino. In questa occasione sarà proiettato e commentato il documentario “Gelede. A Yoruba Masquerade” di Frank Speed e Peggy Harper (Nigeria, Regno Unito, 1970, 30’).

L'iniziativa si svolge nell'ambito di "Torino verso una città accessibile", programma di eventi promosso dalla Città di Torino dedicato al tema del patrimonio e dell'accessibilità culturale universale.

 

 

La seconda iniziativa in programma sarà invece la proiezione del documentario “Ibi”, 64’, di Andrea Segre, in programma preso il Cinema Teatro Baretti (via Baretti, 4, Torino) il 18 ottobre alle ore 21. Il documentario segue la storia di Ibitocho Sehounbiatou - per tutti Ibi -, che nel 2000 è costretta ad abbandonare i tre figli in Africa e, schiacciata dalle difficoltà economiche, entra nel traffico della droga dalla Nigeria all'Italia. Arrestata a Napoli, sconta una pena di tre anni e, successivamente, si stabilisce nel quartiere più africano d'Europa, Castel Volturno. Per oltre quindici anni, Ibi lotterà per il diritto di vivere in Italia, raccontando la sua travagliata storia attraverso i filmati e le fotografie. La proiezione è a ingresso libero fino ad esaurimento posti.

L’iniziativa si svolge nell’ambito della rassegna “Crocevia di Sguardi, XIV edizione”, organizzata da FIERI in collaborazione con Antiloco e con il Dipartimento CPS dell’Università di Torino.

La Main Hall del Campus Luigi Einaudi ospiterà infine dal 18 ottobre al 29 ottobre la mostra fotografica dedicata alle opere di Ibi. La protagonista della mostra ha iniziato a fotografare e filmare l’Italia a partire dal 2006 e l’oggetto della sua ricerca estetica non è solo la sua vita, ma anche quella della sua nuova comunità, gli oltre ventimila italo-africani che vivono tra Castelvolturno e Caserta. Nella sua opera è stata scoperta una personale creatività, una linea di sperimentazione artistica ed esistenziale. La mostra è composta da circa 30 scatti divisi in tre sezioni: Autoritratti, Fotomontaggi, Realtà.

L’inaugurazione si terrà il 18 ottobre, alle ore 18. Per tutta la sua durata, la mostra sarà a ingresso libero.

Per informazioni:

CSA |segreteria@csapiemonte.it| tel. 011 43.65.006 | www.csapiemonte.it

FIERI | Tel. 011-5160044| www.croceviadisguardi.fieri.it